Come viene precaricata la cache?


Precaricamento della sitemap

Come funzione il precaricamento tramite la site map:

  • Quando crei/aggiorni/modifichi articoli o pagine del tuo sito web:
    • Nessun precaricamento tramite la sitemap.
  • Quando la vita utile della cache √® scaduta e tutta la cache √® stata gi√† svuotata:
    • Tutti gli URL elencati nella tua sitemap vengono precaricati.
  • Quando fai clic sul link ‚ÄúPrecarica Cache‚ÄĚ nel menu admin di WP:
    • Tutti gli URL elencati nella tua sitemap vengono precaricati.

A partire dalla versione 2.8 di WP Rocket, c'è la possibilità di precaricare il tuo contenuto usando una sitemap XML. Il vantaggio di questa opzione è che così verranno precaricate tutte le URL nei file della tua sitemap, e non solo la homepage o i link che in essa si trovano!

L'opzione sitemap non dipende dal nostro bot di precaricamento, per cui se in passato hai avuto dei problemi di sovraccarico e ti sei visto obbligato a disattivare il bot, potrai di nuovo beneficiare del precaricamento.

Sitemap da precaricare

Le sitemap generate da Yoast SEO, All in One SEO, e Jetpack vengono identificate automaticamente e mostrate come opzione.

Gli URI delle sitemap personalizzate possono essere aggiunte nel campo Sitemap da precaricare.

Intervallo di analisi della sitemap

L'intervallo predefinito per l'analisi della sitemap è di 500 ms. Quello è il lasso di tempo che WP Rocket attenderà prima di passare da un URL della sitemap alla successiva.
Nelle versioni precedenti alla 3.0, l'intervallo poteva essere modificato direttamente nell'interfaccia del plugin. Se avevi gi√† inserito un intervallo diverso da 500 ms, WP Rocket continuer√† a usare lo stesso anche dopo il passaggio alla 3.0‚ÄĒanche se l'opzione non √® pi√Ļ visibile.

Se hai bisogno di cambiare l'intervallo di analisi, lo puoi fare usando questo plugin di supporto:

ūüď• Scarica  (.zip): WP Rocket | Intervalli di precaricamento sitemap personalizzati

Se ti occupi dello sviluppo: puoi trovare il codice di questo plugin su GitHub.

Attenzione! Ricorda di modificare il valore della costante WPROCKETHELPERS_PRELOAD_INTERVAL_IN_SECONDS; il valore predefinito è 5 secondi.

Robot di precaricamento

Come funziona il precaricamento della cache tramite bot:

  • Quando crei/aggiorni/modifichi articoli o pagine del tuo sito web:
    • Quello specifico articolo/pagina e tutti gli articoli/pagine adiacenti vengono precaricati.
  • Quando la vita utile della cache √® scaduta e tutta la cache √® stata gi√† svuotata:
    • La pagina principale del tuo sito e tutti gli articoli/pagine linkati in quella pagina vengono precaricati.
  • Quando fai clic sul link ‚ÄúPrecarica Cache‚ÄĚ nel menu admin di WP:
    • La pagina principale del tuo sito e tutti gli articoli/pagine linkati in quella pagina vengono precaricati.

Quando scrivi o aggiorni un articolo o una pagina, WP Rocket cancella automaticamente la cache di quello specifico contenuto e di tutti gli altri contenuti a esso collegati (es. home, categorie, tag, paginazione etc.). Il bot di precaricamento analizzer√† questi URL per rigenerare immediatamente la cache‚ÄĒa differenza del precaricamento via sitemap, che invece parte automaticamente ma non prima della scadenza della vita utile della cache. (Anche se ovviamente puoi sempre lanciarlo attraverso il menu nella barra admin).

Attenzione! Le visite da parte del bot di precaricamento possono causare problemi in ambienti server poco stabili. Se noti problemi che potrebbero essere legati al nostro bot wprocketbot, passa al precaricamento tramite sitemap, che si basa sul cURL e non ha impatto sul server.

Precaricamento in un momento specifico

Se vuoi assicurarti che il precaricamento avvenga a un momento determinato del giorno, puoi creare un cron job personalizzato attravero il pannello di controllo del tuo hosting e lanciare una di queste funzioni all'ora che desideri:

  • Per lanciare un precaricamento basato sul bot: run_rocket_bot()
  • Per lanciare un precaricamento basato sulla sitemap: run_rocket_sitemap_preload()

Se ti servono pi√Ļ istruzioni, dai un'occhiata a questa guida su come cancellare la cache attraverso un cron job. Ricorda di cambiare il nome delle funzioni con quelle che abbiamo indicato qui sopra!

Precaricamento delle richieste DNs

Se il tuo sito web ospita contenuto di terze parti (es. i font caricati da Google, o video da YouTube), puoi aggiungere il loro dominio originario nel campo Precaricare richieste DNS. Usare questa opzione ti può aiutare a migliorare il tempo di caricamento dal momento che le risoluzioni DNS saranno già state processate quando le risorse esterne vengono richieste.

Aggiungi l'host di origine con protocollo relativo (doppia barra, no http:), come nell'esempio qui sotto: