Le pagine non sono copiate in cache e la minificazione (CSS o JS) non funziona

Se pensi che WP Rocket non stia mettendo in cache le tue pagine o non stia minificando i file CSS o JS, può essere che alcuni di requisiti minimi per la funzionalità del plugin non siano stati rispettati. Oppure può essere che siano stati installati in precedenza dei plugin di cache, e anche se li hai cancellati dalla lista plugin WordPress, hanno lasciato dei file di configurazione nel tuo FTP. 

Per funzionare correttamente, WP Rocket ha bisogno dei seguenti requisiti:

1
Il file WP-config.php deve essere riscrivibile.

Assicurati che queste linee di codice siano presenti in cima al file, appena dopo il tag d'apertura  <?php tag.  
Se queste linee si trovano troppo in basso nel corpo del file, WP Rocket NON FUNZIONERÀ!
/** Enable Cache by WP Rocket */
define( 'WP_CACHE', true );
	
Assicurati che non ci sia alcun riferimento ad altri plugin di cache. Per esempio, Super Cache lascia la seguente linea di codice nel file:
define( 'WPCACHEHOME', '/path-to-your-wordpress-install/wp-content/plugins/wp-super-cache/' ); 
//Added by WP-Cache Manager
	
2
Assicurati che la cartella  wp-content/cache abbia i necessari permessi di scrittura e che contenga queste due cartelle al suo interno: 
/min e /wp-rocket
Entrambe le cartelle devono avere permessi di scrittura.


Se queste cartelle non esistono, dovresti crearle manualmente.

Se in precedenza avevi attivato altri plugin di cache, questi potrebbero aver lasciato comunque le loro cartelle, anche se sono stati disattivati.

All'interno della cartella wp-content/cache, le uniche tre cartelle che WP Rocket crea sono /min, /busting e /wp-rocket. Tutte le altre devono essere rimosse!

Super Cache crea anche un file wp-cache-config.php all'interno della cartella wp-content che dovrebbe essere eliminato. 

W3 Total Cache crea invece i seguenti elementi che andrebbero cancellati:

  • cartella: /w3tc-config
  • files: object-cache.php, db.php

e crea anche le seguenti cartelle dentro wp-content/cache, anche loro andrebbero cancellate:

  • /config
  • /db
  • /object
  • /page_enhanced
  • /minify

Potrebbero crearne delle altre in base alla sua configurazione.

3
Controlla che il tuo file  .htaccess sia riscrivibile
4
Assicurati che il file  advanced-cache.php, che si trova nella cartella wp-content, faccia riferimento solo a WP Rocket
5
Controlla che la cartella  wp-rocket-config sia presente dentro  wp-content. Se non c'è, crealo e fai in modo che abbia permessi di scrittura
6

Se hai un' installazione multi-sito che usa il domain mapping, prova a fare log-in nella tua area admin usando il dominio mappato invece dell'originale, poi disattiva e ri-attiva WP Rocket. Questo permetterà a WP Rocket di riconoscere il giusto dominio e di attivare la cache.

7

A volte un altro plugin può impostare la costante DONOTCACHEPAGE. Questa costante si sovrappone ai plugin di cache e blocca il meccanismo di messa in cache.
La costante andrebbe quindi rimossa e, in contemporanea, sarebbe bene avvisare chi ha sviluppato il plugin.
Due plugin che comunemente aggiungono questa costante DONOTCACHEPAGE sono s2 Member e WooCommerce Klarna Gateway.
Puoi verificare se è questa la causa del problema installando questo mini plugin:
Forzare la messa in cache delle pagine
Questo plugin ti permetterà di eliminare l'effetto della costante DONOTCACHEPAGE.

8
Se il tuo sito sta  usando il protocolo SSL, assicurati di aver selezionato l'opzione  Cache  SSL che si trova nel tab Impostazioni  -> WP Rocket -> Opzioni di Base.

NOTA: A partire dalla v2.7, se il tuo sito usa HTTPS l'opzione Cache SSL dovrebbe essere automaticamente attivata e non modificabile.

Dopo aver fatto una di queste modifiche, disattiva e riattiva WP Rocket.

Poi puoi verificare se WP Rocket sta funzionando bene, seguendo questo articolo: 
Come verificare se WP Rocket sta mettendo in cache le tue pagine

Altri requisiti del server

  • mod_expire e mod_deflate dovrebbero essere attivi (chiedi al tuo webhost di abilitarli)
  • Non ci devono essere restrizioni nella cartella tmp
  • La funzione curl_exec dovrebbe essere abilitata