Come viene precaricata la cache?

WP Rocket ha due grandi funzionalità: il precaricamento della cache in automatico e su richiesta. Queste due caratteristiche assicurano che le tue pagine siano sempre messe in cache. In questo modo i tuoi utenti o i robot dei motori di ricerca non dovranno generare una loro cache, il tutto a favore di una migliore user experience :)

Utilizziamo dei crawler ospitati sui nostri server che si occupano di precaricare la tua cache: un processo totalmente trasparente per te e che aiuta a mantenere bassa l'impronta sulla CPU, assicura una migliore compatibilità e una navigazione più veloce.
I crawler non raccolgono nessuna informazione, ma simulano semplicemente una visita al tuo sito per creare i file di cache. 

Precaricamento su richiesta

Questo è il primo modo per precaricare la cache. Clicca sul bottone " Precarica Cache". Il nostro bot visiterà la tua homepage e tutti i link che vi sono stati inseriti.

Precaricamento tramite sitemap

A partire dalla versione 2.8 di WP Rocket, c'è anche la possibilità di precaricare il tuo contenuto usando una sitemap XML. Il vantaggio di questa opzione è che così verranno precaricate tutte le URL nei file della tua sitemap, e non solo la homepage o i link che in essa si trovano!

L'opzione sitemap non dipende dal nostro bot di precaricamento, per cui se in passato hai avuto dei problemi di sovraccarico e ti sei visto obbligato a disattivare il bot, potrai di nuovo beneficiare del precaricamento.

Il precaricamento della sitemap può essere lanciato dal menu della barra admin o dalla scheda Precarica nelle impostazioni WP Rocket. Verrà lanciato automaticamente anche quando il tempo previsto nel campo "Vita utile cache" sarà scaduto.

Al momento, le sitemap generato tramite Yoast SEO, All in One SEO e Jetpack vengono identificate automaticamente!

Precaricamento automatico

Quando scrivi o aggiorni un nuovo post o una pagina, WP Rocket svuoterà automaticamente la cache relativa a quel contenuto e a ogni altro contenuto ad esso collegato (ad esempio la home, le categorie, i tag, la numerazione delle pagine, ecc.): in seguito a questo, il nostro crawler ripercorrerà le pagine interessate per generare la cache.

Nota: se stai usando l'opzione "Ritardo cancellazione cache" per cancellare periodicamente e regolarmente la cache, i nostri robot interverranno per il precaricamento anche in questo caso.

Se vuoi essere sicuro che questo avvenga solo in certi momenti della giornata, puoi creare un cron job (tramite il pannello di controllo del tuo web hosting) e lanciare questa funzione a qualsiasi ora vorrai: http://docs.wp-rocket.me/article/12-rocketcleandomain

Per fare questo, devi creare un file PHP e chiamarlo come vuoi, per esempio rocket-clean-domain.php. Copia il seguente codice:

<?php
require( 'wp-load.php' );
if ( function_exists( 'rocket_clean_domain' ) ) {
    rocket_clean_domain();
}

Posiziona questo file dentro la root di installazione WordPress (dove si trovano i file wp-config.php e wp-load.php).

Nota: se inserisci il file in un'altra posizione, devi cambiare il path wp-load.php dentro la linea  require( 'wp-load.php' ); in modo che coincida con la posizione che avrai scelto.

Assicurati di specificare il path corretto al file  rocket-clean-domain.php nelle impostazioni del Cron Job.